riduzione di capitale esuberante con annullamento di azioni privilegiate proprie


 

Trib. Milano, 09.03.2000

Giur. it. 2000, pag. 1879

 

╚ legittimo ridurre il capitale di una Spa per esuberanza mediante annullamento di azioni privilegiate proprie (acquisite dalla societÓ a seguito di conversione volontaria di azioni privilegiate in ordinarie con contestuale rinuncia da parte degli azionisti privilegiati a parte delle loro azioni) ed accantonamento di una riserva di corrispondente importo.

 

L'esuberanza pu˛ legittimamente essere giustificata da ragioni dirette ad una migliore organizzazione dell'impresa sociale e, quindi, ad un miglior conseguimento dell'oggetto ai sensi dell'art. 2445, c.c.