assegnazione al coniuge della casa familiare non opponibile ai terzi, fermo il risarcimento dei danni


 

Cass., 05.07.1988, n. 4420, in Giust. civ., 1988, I, pag. 2561

 

Il diritto conferito al coniuge assegnatario della casa familiare ai sensi dell'art. 155, c. 4, c.c., non che un atipico diritto personale di godimento - sia pure avente contenuto analogo a quello di un diritto reale - non opponibile ai terzi, con la conseguenza che se il coniuge proprietario aliena a terzi l'immobile, egli pu essere tenuto al risarcimento dei danni nei confronti del coniuge assegnatario.