VADEMECUM URBANISTICO


 

RIEPILOGO

N.B. in caso di pluralità di immobili, per ogni immobile va specificata la sua edificazione (vedi esempio in calce)

 

  1. IMMOBILI LA CUI COSTRUZIONE È INIZIATA ANTE 1/9/1967
  2. IMMOBILI ABUSIVI (COSTRUITI IN ASSENZA DI LICENZA O CONCESSIONE EDILIZIA O IN TOTALE DIFFORMITÀ)
  3. IMMOBILI COSTRUITI CON CONCESSIONE PRIMA DEL 17 MARZO 1985
  4. IMMOBILI COSTRUITI CON CONCESSIONE DOPO IL 17 MARZO 1985
  5. IMMOBILI LA CUI COSTRUZIONE È INIZIATA DOPO IL 17 MARZO 1985 PER I QUALI È STATO RILASCIATO PERMESSO DI COSTRUIRE DOPO IL 29 GIUGNO 2003
  6. IMMOBILI PER I QUALI È STATA PRESENTATA (sia per nuova costruzione che per ristrutturazione edilizia) LA D.I.A. DOPO IL 29 GIUGNO 2003
  7. CERTIFICATO DI AGIBILITÀ
  8. RELAZIONE REGOLARITÀ URBANISTICA

 

  IMMOBILI LA CUI COSTRUZIONE È INIZIATA ANTE 1/9/1967

La parte ...., a norma dell'art. 40, secondo comma della legge 28 febbraio 1985, n. 47, e successive modificazioni, e ai sensi e per gli effetti degli artt. 47 e 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, consapevole delle sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, dichiara che l'opera relativa alla porzione immobiliare .... alle porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto ebbe inizio in data anteriore all'1 settembre 1967.

Dichiara, inoltre, la parte .... che dopo tale data non sono stati eseguiti interventi edilizi per i quali fossero necessari provvedimenti abilitativi o certificati di agibilità ai sensi delle lettere b) e c)  dell’art. 24, 2°comma del T.U. sull’edilizia.

IMMOBILI ABUSIVI (COSTRUITI IN ASSENZA DI LICENZA O CONCESSIONE EDILIZIA O IN TOTALE DIFFORMITÀ)

VECCHIO CONDONO

La parte ...., a norma dell'art. 40, secondo comma della legge 28 febbraio 1985, n. 47 e dell'art. 2, comma 58 della legge 23 dicembre 1996, n. 662, dichiara, e la parte acquirente ne prende atto, dichiarando a sua volta di averne controllato la veridicità, che:

- per la porzione immobiliare oggetto del presente atto è stata presentata al Comune di .... in data .... (non oltre il 30 novembre 1987) protocollo n. .... la domanda di concessione in sanatoria ai sensi e per gli effetti dell'art. 35 della legge 28 febbraio 1985, n. 47 e successive modificazioni ed integrazioni;

- il rilascio della concessione in sanatoria non era subordinato al parere favorevole delle amministrazioni preposte alla tutela dei vincoli a norma dell'art. 32 di detta legge;

- è stata pagata l'intera oblazione di lire .... con versamenti in conto corrente postale presso l'Ufficio Postale di .... in data .... n. .... di lire .... e in data .... n..... di lire ....;

- il comune non ha emesso provvedimento di sanatoria nei termini di legge né ha emesso provvedimento di diniego.

Dichiara, inoltre, la parte .... che dopo tale data non sono stati eseguiti interventi edilizi per i quali fossero necessari provvedimenti abilitativi o certificati di agibilità ai sensi delle lettere b) e c)  dell’art. 24, 2°comma del T.U. sull’edilizia.

in caso di atto a titolo oneroso

La parte alienante, pertanto, garantisce espressamente la parte acquirente circa la conformità della porzione immobiliare .... delle porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto a tutte le prescrizioni urbanistiche in vigore. Le parti, comunque, si dichiarano edotte da me Notaio che gli accertamenti riguardanti la regolarità urbanistica dei fabbricati richiedono specifiche competenze tecniche e che, quindi, solo un tecnico può certificarla con un’apposita relazione.

NUOVO CONDONO

La parte ...., a norma dell'art. 2, comma 58 della legge 23 dicembre 1996, n. 662, dichiara che:

- per la porzione immobiliare oggetto del presente atto è stata presentata al Comune di .... in data .... (non oltre il 30 marzo 1995) protocollo n. .... la domanda di concessione in sanatoria ai sensi e per gli effetti dell'art. 39 della legge 23 dicembre 1994, n. 724 ....  ai sensi e per gli effetti del D.L. 269/03 ....  e successive modificazioni;

- è stata pagata l'intera somma dovuta a titolo di oblazione e di contributo concessorio e precisamente l'intera oblazione di lire .... con versamenti in conto corrente postale presso l'Ufficio Postale di .... in data .... n. .... di lire .... e in data .... n..... di lire .... e l'intero contributo concessorio di lire .... con versamenti in conto corrente postale presso l'Ufficio Postale di .... in data .... n. .... di lire .... e in data .... n..... di lire ....

- il rilascio della concessione in sanatoria non era subordinato al parere favorevole delle amministrazioni preposte alla tutela dei vincoli a norma dell'art. 32 della legge 28 febbraio 1985, n. 47 e successive modificazioni ed integrazioni;

- il comune non ha emesso provvedimento di sanatoria nei termini di legge né ha emesso provvedimento di diniego.

Dichiara, inoltre, la parte .... che dopo tale data non sono stati eseguiti interventi edilizi per i quali fossero necessari provvedimenti abilitativi o certificati di agibilità ai sensi delle lettere b) e c)  dell’art. 24, 2°comma del T.U. sull’edilizia.

in caso di atto a titolo oneroso

La parte alienante, pertanto, garantisce espressamente la parte acquirente circa la conformità della porzione immobiliare .... delle porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto a tutte le prescrizioni urbanistiche in vigore. Le parti, comunque, si dichiarano edotte da me Notaio che gli accertamenti riguardanti la regolarità urbanistica dei fabbricati richiedono specifiche competenze tecniche e che, quindi, solo un tecnico può certificarla con un’apposita relazione.

 

IMMOBILI COSTRUITI CON CONCESSIONE PRIMA DEL 17 MARZO 1985

La parte ...., a norma dell'art. 40,  secondo comma della legge 28 febbraio 1985,  n. 47 e successive modificazioni ed integrazioni e a norma dell'art. 46, primo comma del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 recante il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, dichiara, e la parte acquirente ne prende atto, dichiarando a sua volta di averne controllato la veridicità, che la porzione immobiliare .... le porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto è stata edificata .... sono state edificate .... in dipendenza della licenza edilizia .... concessione ad edificare rilasciata dal Sindaco del Comune di .... in data .... n.....

Dichiara, inoltre, la parte .... che dopo tale data non sono stati eseguiti interventi edilizi per i quali fossero necessari provvedimenti abilitativi o certificati di agibilità ai sensi delle lettere b) e c)  dell’art. 24, 2°comma del T.U. sull’edilizia.

in caso di atto a titolo oneroso

La parte alienante, pertanto, garantisce espressamente la parte acquirente circa la conformità della porzione immobiliare .... delle porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto a tutte le prescrizioni urbanistiche in vigore. Le parti, comunque, si dichiarano edotte da me Notaio che gli accertamenti riguardanti la regolarità urbanistica dei fabbricati richiedono specifiche competenze tecniche e che, quindi, solo un tecnico può certificarla con un’apposita relazione.

 

IMMOBILI COSTRUITI CON CONCESSIONE DOPO IL 17 MARZO 1985

La parte ...., a norma dell'art. 46, primo comma del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 recante il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, dichiara, e la parte acquirente ne prende atto, dichiarando a sua volta di averne controllato la veridicità, che la porzione immobiliare .... le porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto è stata edificata .... sono state edificate dopo il 17 marzo 1985 in dipendenza della concessione ad edificare (concessione in sanatoria ai sensi dell'art. 13 della legge 28 febbraio 1985, n. 47) rilasciata dal Sindaco del Comune di .... in data .... (prima del 30 giugno 2003) n . ....

Dichiara, inoltre, la parte .... che dopo tale data non sono stati eseguiti interventi edilizi per i quali fossero necessari provvedimenti abilitativi o certificati di agibilità ai sensi delle lettere b) e c)  dell’art. 24, 2°comma del T.U. sull’edilizia.

in caso di atto a titolo oneroso

La parte alienante, pertanto, garantisce espressamente la parte acquirente circa la conformità della porzione immobiliare .... delle porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto a tutte le prescrizioni urbanistiche in vigore. Le parti, comunque, si dichiarano edotte da me Notaio che gli accertamenti riguardanti la regolarità urbanistica dei fabbricati richiedono specifiche competenze tecniche e che, quindi, solo un tecnico può certificarla con un’apposita relazione.

 

IMMOBILI LA CUI COSTRUZIONE È INIZIATA DOPO IL 17 MARZO 1985 PER I QUALI È STATO RILASCIATO PERMESSO DI COSTRUIRE DOPO IL 29 GIUGNO 2003

La parte ...., a norma dell'art. 46, primo comma del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 recante il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, dichiara, e la parte acquirente ne prende atto, dichiarando a sua volta di averne controllato la veridicità, che per la porzione immobiliare oggetto del presente atto, è stato rilasciato dal dirigente o responsabile dell'Ufficio .... del Comune di .... il permesso di costruire .... il permesso in sanatoria .... in data .... (dopo il 29 giugno 2003) n. .....

La parte .... dichiara che per l'immobile in contratto è stato rilasciato dal Comune di .... il certificato di agibilità, ai sensi dell’art. 25 del T.U. sull’edilizia, in data …. (eventuale  protocollo) n. ....   (chiedere copia  e controllare se è stato rilasciato "fatto salvo il rispetto delle norme di legge")

e che dopo tale data non sono stati eseguiti interventi edilizi per i quali fossero necessari provvedimenti abilitativi o certificati di agibilità ai sensi delle lettere b) e c)  dell’art. 24, 2°comma del T.U. sull’edilizia.

in caso di atto a titolo oneroso

La parte alienante, pertanto, garantisce espressamente la parte acquirente circa la conformità della porzione immobiliare .... delle porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto a tutte le prescrizioni urbanistiche in vigore. Le parti, comunque, si dichiarano edotte da me Notaio che gli accertamenti riguardanti la regolarità urbanistica dei fabbricati richiedono specifiche competenze tecniche e che, quindi, solo un tecnico può certificarla con un’apposita relazione.

 

IMMOBILI PER I QUALI È STATA PRESENTATA (sia per nuova costruzione che per ristrutturazione edilizia) LA D.I.A. DOPO IL 29 GIUGNO 2003

La parte ...., a norma dell'art. 46, comma 5bis del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 recante il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, dichiara che la porzione immobiliare oggetto del presente atto è stata realizzata a norma dell'art. 22, comma 3 del citato T.U. mediante il procedimento di cui all'art. 23 del citato T.U. iniziato con la denuncia di inizio attività presentata al Comune di .... in data .... (dopo il 29 giugno 2003) prot. n. ....

La parte .... dichiara che per l'immobile in contratto è stato rilasciato dal Comune di .... il certificato di agibilità, ai sensi dell’art. 25 del T.U. sull’edilizia, in data …. (eventuale  protocollo) n. .... (chiedere copia  e controllare se è stato rilasciato "fatto salvo il rispetto delle norme di legge") e che dopo tale data non sono stati eseguiti interventi edilizi per i quali fossero necessari provvedimenti abilitativi o certificati di agibilità ai sensi delle lettere b) e c)  dell’art. 24, 2°comma del T.U. sull’edilizia.

in caso di atto a titolo oneroso

La parte alienante, pertanto, garantisce espressamente la parte acquirente circa la conformità della porzione immobiliare .... delle porzioni immobiliari .... oggetto del presente atto a tutte le prescrizioni urbanistiche in vigore. Le parti, comunque, si dichiarano edotte da me Notaio che gli accertamenti riguardanti la regolarità urbanistica dei fabbricati richiedono specifiche competenze tecniche e che, quindi, solo un tecnico può certificarla con un’apposita relazione.

 

 

CERTIFICATO DI AGIBILITÀ

Art.25

1. Entro quindici giorni dall'ultimazione dei lavori di finitura dell'intervento, il soggetto di cui all'articolo 24, comma 3, è tenuto a presentare allo sportello unico la domanda di rilascio del certificato di agibilità, corredata della seguente documentazione:

a) richiesta di accatastamento dell'edificio, sottoscritta dallo stesso richiedente il certificato di agibilità, che lo sportello unico provvede a trasmettere al catasto;

b) dichiarazione sottoscritta dallo stesso richiedente il certificato di agibilità di conformità dell'opera rispetto al progetto approvato, nonché in ordine alla avvenuta prosciugatura dei muri e della salubrità degli ambienti;

c) dichiarazione dell'impresa installatrice che attesta la conformità degli impianti installati negli edifici adibiti ad uso civile alle prescrizioni di cui agli articoli 113 e 127, nonché all'articolo 1 della legge 9 gennaio 1991, n. 10, ovvero certificato di collaudo degli stessi, ove previsto, ovvero ancora certificazione di conformità degli impianti prevista dagli articoli 111 e 126del presente testo unico.

2. Lo sportello unico comunica al richiedente, entro dieci giorni dalla ricezione della domanda di cui al comma 1, il nominativo del responsabile del procedimento ai sensi degli articoli 4 e 5 della legge 7 agosto 1990, n. 241.

3. Entro trenta giorni dalla ricezione della domanda di cui al comma 1, il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale, previa eventuale ispezione dell'edificio, rilascia il certificato di agibilità verificata la seguente documentazione:

a) certificato di collaudo statico di cui all'articolo 67;

b) certificato del competente ufficio tecnico della regione, di cui all'articolo 62, attestante la conformità delle opere eseguite nelle zone sismiche alle disposizioni di cui al capo IV della parte II;

c) la documentazione indicata al comma 1;

d) dichiarazione di conformità delle opere realizzate alla normativa vigente in materia di accessibilità e superamento delle barriere architettoniche di cui all'articolo 77, nonché all'articolo 82.

4. Trascorso inutilmente il termine di cui al comma 3, l'agibilità si intende attestata nel caso sia stato rilasciato il parere dell'A.S.L. di cui all'articolo 5, comma 3, lettera a) . In caso di autodichiarazione, il termine per la formazione del silenzio assenso è di sessanta giorni (1).

5. Il termine di cui al comma 3 può essere interrotto una sola volta dal responsabile del procedimento, entro quindici giorni dalla domanda, esclusivamente per la richiesta di documentazione integrativa, che non sia già nella disponibilità dell'amministrazione o che non possa essere acquisita autonomamente. In tal caso, il termine di trenta giorni ricomincia a decorrere dalla data di ricezione della documentazione integrativa.

 

a norma dell’art. 2 comma 282 della legge 244/2007 (“finanziaria 2008”) il rilascio del certificato di agibilità è stato subordinato alla presentazione dell’attestato di certificazione energetica

CLAUSOLE

1) Agibilità rilasciata con certificato

La parte alienante dichiara che per l'immobile in contratto è stato rilasciato dal Comune di .... il certificato di agibilità, ai sensi dell’art. 25 del T.U. sull’edilizia, in data …. (eventuale  protocollo) n. ....

chiedere copia  e controllare se è stato rilasciato "fatto salvo il rispetto delle norme di legge"

 

2) Agibilità rilasciata per silenzio assenso

La parte alienante dichiara che per l'immobile in contratto in data .... è stata presentata al Comune di .... domanda di rilascio di certificato di agibilità, ai sensi dell’art. 25 del T.U. sull’edilizia, e che per l'immobile in oggetto l'agibilità si intende attestata, essendo trascorso inutilmente il termine di 30 gg. (o 60 gg.nel caso di mancanza del parere della ASL), senza che lo stesso sia stato interrotto dalla richiesta di documentazione integrativa.

 

3) Agibilità in itinere

La parte alienante dichiara che per l'immobile in contratto in data….. è stata presentata al Comune di ….. domanda di rilascio di certificato di agibilità, ai sensi dell’art. 25 del T.U. sull’edilizia, garantisce di aver prodotto ogni necessaria documentazione e che nulla osta al suo rilascio, volendo in caso contrario rispondere per danni e rimanendo comunque a suo carico ogni eventuale onere e spesa all'uopo necessari.

 

4) Agibilità ancora da richiedere.

La parte alienante dichiara che per l'immobile in contratto, ai sensi dell’art. 25 del T.U. sull’edilizia, non è stato avviato il procedimento di rilascio del certificato di agibilità “entro il termine di quindici giorni dall'ultimazione dei lavori di finitura dell'intervento”.

Al riguardo la parte alienante si obbliga ad attivarsi presso le competenti autorità ai sensi dell’art. 25 del T.U. sull’edilizia, volendo in caso contrario rispondere per danni e rimanendo comunque a suo carico ogni onere e spesa all'uopo necessari.

Oppure

Al riguardo la parte acquirente si obbliga ad attivarsi presso le competenti autorità per conseguire il certificato di agibilità ai sensi dell’art. 25 T.U. sul’edilizia.

 

La parte acquirente dichiara di essere edotta delle conseguenze dell’assenza del certificato di agibilità, della mancata richiesta di rilascio nel termine di legge e delle conseguenti sanzioni.

 

RELAZIONE DI REGOLARITÀ EDILIZIA

 

______________________________________________

GENERALITÀ E QUALIFICA DEL TECNICO INCARICATO DI REDIGERE LA RELAZIONE

 

______________________________________________

PROPRIETÀ ATTUALE

 

______________________________________________

ELEMENTI IDENTIFICATIVI DELL'IMMOBILE OGGETTO DELLA RELAZIONE

 

COMUNE

 

INDIRIZZO

 

DATI CATASTALI

 

DESCRIZIONE DELL'IMMOBILE

 

 

______________________________________________

REGOLARITÀ EDILIZIA

Il sottoscritto tecnico dichiara che quanto sopra descritto è stato costruito in virtù dei seguenti provvedimenti abilitativi

 

Non risultano successivamente apportate modifiche per le quali fossero richiesti ulteriori provvedimenti.

______________________________________________

AGIBILITÀ

Risulta rilasciata in data                                 numero

______________________________________________

DICHIARAZIONE RIASSUNTIVA FINALE

Il sottoscritto tecnico, in base a quanto sopra esposto, dichiara che l'immobile oggetto della presente relazione risulta commerciabile e pienamente conforme alla disciplina edilizia.

 

Luogo e data

 

                                                                  Firma e timbro

 

Esempio

I) La parte, a norma dell'art. 40, secondo comma della legge 28 febbraio 1985, n. 47, e successive modificazioni, e ai sensi e per gli effetti degli artt. 47 e 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, consapevoli delle sanzioni penali previste per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, dichiarano che l'opera relativa alla casa di abitazione sita .... ebbe inizio in data anteriore all'1 settembre 1967 e inoltre, a norma dell'art. 46, primo comma del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380 recante il T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di edilizia, dichiara che sono stati rilasciati dal Comune di .... :

- per la suddetta casa di abitazione e i vani garage la concessione edilizia in sanatoria in data .... n. .... ed il permesso di costruire  in data .... n. ....

- per la casa di abitazione alla .... la concessione edilizia in sanatoria in data in data .... n. ....  e la concessione edilizia in data .... n. ....;

- per la casa alla .... la concessione edilizia in data .... n. ....   e l’autorizzazione edilizia rilasciata in data .... n. ....